8 February 2014

DRMsstv (digital sstv): il modo ibrido

da qualche giorno stavo trafficando con easyPal per la ricezione di immagini via DRMsstv (o digital sstv) ma senza successo. 
La cosa che mi incuriosiva e al tempo stesso mi spiazzava, era il vedere sul blog di Radiorama immagini bellissime (io solo nere) e il fatto che il processo di ricezione durava pochi secondi (il piu' delle volte 4-5 secondi). 
 
ricezione di una immagine in sstv digitale - modo ibrido

Mi chiedevo: come e' possibile che in sstv analogico occorrano qualche decina di secondi per ricevere gif (bruttine) in bassa risoluzione a fronte dei pochi secondi necessari in sstv digitale per ricevere spettacolari immagini ad alta definizione del peso di qualche megabyte? Dopotutto sia la capacita' del canale (etere) che la larghezza di banda (USB ham) sono invariate. E inoltre, solitamente il numero dei segmenti ricevuto era dell'ordine delle migliaia mentre io ne ricevevo solamente quattro!

ricezione di una immagine in sstv digitale - modo classico

Un amico sul blog mi ha telegraficamente suggerito "setta hybrid versione 24 gennaio 2014": soluzione illuminante, ma mancava il perche'. Dopo un po' di ricerche e letture sul DRMsstv e modo ibrido ho trovato le ragioni del settaggio suggeritomi.
La risposta e' che stavo ricevendo OM impegnati in QSO DRMsstv... ma in modalita' hybrid: modalita' che consente di trasferire files di grandi dimensioni attraverso un uso congiunto di radio e internet !
Quello che viene trasmesso e' in realta un indirizzo IP di un host su internet, insieme ad altri parametri necessari sia all'accesso che al reperimento dell'immagine che si desidera inviare. Il software collegato al ricevitore decodifica e interpreta questi dati, riconosce la modalita' ibrida e quindi avvia una sessione di download in FTP (File Transfer Protocol) dell'immagine usando i paramteri ricevuti:



In soldoni, quello che si riceve via radio NON e' l'immagine di per se' ma l'indirizzo internet dove reperire quell'immagine: il software di ricezione si incarica poi di scaricare quell'immagine da internet. In questo modo (ibrido, radio + internet) la frequenza viene impegnata per pochi secondi e l’immagine come per “magia” appare subito sullo schermo senza lunghe e snervanti attese (con il rischio che la perdita di alcuni segmenti su migliaia pregiudichi la ricezione dell'immagine). In conclusione, se il pc dove gira easyPal non e' connesso a internet...nessuna immagine trasmessa in hybrid mode verra' ricevuta.

E' bastato settare il modo hybrid et voila'





Per quanto riguarda call e immagini che "passano" nel waterfall, la spiegazione e' piuttosto semplice. 


 Guardando un qualsiasi waterfall (meglio sarebbe "analizzatore di spettro") e' facile notare come ad ogni singola frequenza fissa (o portante) corrisponda un segmento in una precisa posizione dello spettro. Ora, trasmettendo una nota modulata con le opportune frequenze e ciascuna per l'opportuno periodo (lasciamo stare qui la trasformata di Fourier...) si ottengono una serie di piccoli segmenti che originano "il testo" che vediamo





3 comments:

  1. Ciao Antonio scusa il disturbo, una picola informazione utilizzo il programma solo in ricezione e volevo sapere se devo attivare FTP delle immagini ricevute.
    Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata.
    Gabriele Somma
    IZ8094SWL

    ReplyDelete
  2. ciao Gabriele,
    no, con easyPal non c'e' bisogno. Il setting del modo ibrido fa' si che il client FTP (di per se' "dormiente") venga eseguito automaticamente non appena viene rilevata una sua occorrenza nel messaggio SSTV che il decoder sta' ricevendo. Come detto, io ho provato solo con easyPal, non saprei dirti se altri decoder per digital SSTV hanno un "setting" analogo.

    ReplyDelete
  3. Grazie Antonio come al solito sei stato cortese e molto esaustivo.Seguo con molto interesse il tuo blog lo trovo molto interessante e per me istruttivo,ho imparato (almeno credo) molte cose leggendo i tuoi articoli.
    Grazie ancora e ti lascio cari saluti
    Graziele

    ReplyDelete